uova-di-cioccolato_light

A chi non piace il cioccolato?

Sono veramente poche le persone che non lo mangiano e a cui non piace. C’è chi lo preferisce al latte, bianco (questo contiene solo burro di cacao), aromatizzato con spezie, aromi o liquori ma se ragioniamo in termini di salute quello fondente è senz’altro il migliore. L’ingrediente infatti più salutare del cioccolato è il cacao, e tutti i benefici del cioccolato si riscontrano solo se la percentuale di cacao è sufficientemente elevata,  almeno il 65%.

Vediamo quali sono le più importanti proprietà del cioccolato fondente, evitando di elencare quelle legate a falsi miti come ad esempio che il  cioccolato è afrodisiaco (chi ci crede può continuare a pensarlo anche se mancano le prove scientifiche…)

CioccolatoE’ ricco di flavonoidi ,antiossidanti vegetali che inibiscono l’ossidazione del colesterolo “cattivo”,  combattendo la formazione di coaguli sanguigni e controllando la pressione arteriosa.

E’ naturalmente ricco di minerali, tra cui ferro, magnesio, potassio, calcio, minerali essenziali che rafforzano i muscoli e migliorano il rendimento fisico.

Diversi studi hanno dimostrato che il cioccolato fondente contribuisce al processo fisiologico  di produzione di serotonina, un neurotrasmettitore in grado di incrementare il buon umore, utile nelle sindromi premestruali quando è più facile andare alla ricerca di dolci, in grado di placare la fame nervosa. Inoltre il cioccolato fondente contribuisce a  ridurre il cortisolo, l’ormone dello stress.

 

Avete notato che il cioccolato fondente, anche consumato in piccole quantità, produce una sensazione di sazietà prolungata? Questo grazie alla presenza di fibre solubili e grassi che aiutano non solo a sentirsi sazi più a lungo ma anche a  ridurre il desiderio di altri alimenti dolci . Inoltre migliora la sensibilità all’insulina, favorendo l’assorbimento di zuccheri piuttosto che il loro accumulo sotto forma di grasso.

 

Il momento migliore per consumare il cioccolato è a metà mattina o a metà pomeriggio, come spuntino. Ne basta un pezzetto  abbinato alla frutta, a semi oleosi o a cereali integrali.

 

Come acquistare un buon cioccolato fondente

images (2)download (1)images (3)downloadleone-tav-fondente-74-cacao-75g-23552

Per acquistare un cioccolato fondente  di buona qualità è bene fare attenzione all’ etichetta.  Il cioccolato migliore dovrebbe contenere solo pasta di cacao, burro di cacao e zucchero in piccola quantità.

La pasta di cacao deve essere superiore al 43% e questa  determina l’aroma del cioccolato. Esiste poi un cioccolato definito extrafondente in cui la percentuale minima di cacao è del 75% e un cioccolato detto extra-amaro in quanto la pasta di cacao è in una percentuale compresa tra l’85% e il 90%.

Non devono essere presenti grassi vegetali diversi dal burro di cacao, che dovrà essere presente almeno per il 28% . Questo viene usato per rendere il cioccolato più morbido ma avendo un costo elevato spesso viene mischiato con altri grassi vegetali che per legge possono essere aggiunti fino a un massimo del 5 %.   La presenza di olio di palma o di burro di karitè riduce notevolmente la qualità del cioccolato.

Tra gli ultimi ingredienti troviamo lo zucchero che per legge deve essere presente almeno per un 1%.  Alcuni produttori aggiungono dolcificanti,  meglio scegliere un cioccolato con poco zucchero, magari non raffinato quindi di canna integrale, o al massimo con dolcificanti naturali come la stevia  piuttosto che con sostanze dolcificanti di sintesi.

Molti tipi di cioccolata contengono aromi per renderla più profumata, meglio scegliere quindi quelle senza aromi perchè potrebbero essere artificiali, e la lecitina, sostanza aggiunta come emulsionante, in questo caso naturale perché estratta dal tuorlo d’uovo o dalla soia.

Via quindi i sensi di colpa ma consumate cioccolato fondente di buona qualità:  fa bene,  mette di buon umore e non fa ingrassare se consumato in modeste quantità.cioccolato-fondente-1024x768

Categories: Alimentazione, Blog